bacheca

Messaggi dalle socie per le socie


Settembre 2017

Margret Bürgisser, socia del BW Club di Lucerna, ci informa della pubblicazione del suo nuovo libro "Partnerschaftliche Rollenteilung – ein Erfolgsmodell", frutto di 20 anni di ricerca sul tema delle pari opportunità.
Auspichiamo che le nostre socie germanofone possano apprezzare questa interessante lettura e riportiamo di seguito il messaggio originale di Magaret insieme ai suoi contatti.



Ich bin seit 25 Jahren BPW-Mitglied (erst Zürich, dann Luzern). Gerne möchte ich Sie auf mein neues Buch aufmerksam machen. Es dreht sich um Fragen der Rollenteilung, der Vereinbarkeit und der Chancengleichheit. Würden Sie so freundlich sein, meine Infos an die Deutsch sprechenden Mitglieder des BPW Ticino weiterzuleiten? Herzlichen Dank!
 
Mein neues Buch ist das Ergebnis einer über 20 Jahre dauernden Forschungsarbeit und trägt den Titel “Partnerschaftliche Rollenteilung – ein Erfolgsmodell”. Es zeigt auf, dass Eltern, welche die Verantwortung für Gelderwerb, Kinderbetreuung und Hausarbeit konsequent teilen, mit ihrem Modell im Zeitverlauf mehrheitlich sehr zufrieden sind. Partnerschaftlich organisierte Familien scheinen von einer hohen Lebensqualität zu profitieren. Auch die Kinder beurteilen die im Elternhaus gemachten Erfahrungen positiv. Die meisten möchten im Falle einer Familiengründung auch das egalitäre Modell praktizieren.
 
Zu Ihrer Information füge ich den detaillierten Buchflyer des hep-Verlags an. Das Werk ist in jeder Buchhandlung oder direkt beim Verlag (info@hep-verlag.ch) erhältlich. 
 


Dr. Margret Bürgisser
Institut für Sozialforschung,
Analyse und Beratung ISAB

Unterlöchlistrasse 37
6006 Luzern
Tel: 041 420 12 77

info@isab.ch
www.isab.ch


Luglio 2017
Messaggio dalla nostra socia Linda Ghisla, che invita le socie del BPW Club Ticino a visitare a Riazzino il “Deposito” di Mario Matasci

domenica 27 agosto alle 10.30.

Seguirà un aperitivo durante il quale avrete modo di conoscere meglio Linda.


Abitando a Locarno non è facile per me seguire le attività del Club, così ho pensato di farvi conoscere un po' la mia parte di cantone e soprattutto una persona e un posto che mi sono molto cari.
Mario Matasci è una persona squisita: oltre che enologo (Matasci Vini) è grande conoscitore e collezionista d’arte. È un privilegio poter vedere i suoi quadri con lui, che spiegherà come è nata e cresciuta la sua collezione, collezione che Mario Botta ha definito “il più bel museo del nostro novecento”.
Spero vedervi numerose, nel frattempo vi auguro una splendida estate.

Linda Ghisla

Le iscrizioni a questo evento esclusivo vanno trasmesse entro domenica 30 luglio 2017 per e-mail all'indirizzo info@bpw-ticino.ch


******************************
Dall´inferno al paradiso
Cesare Lucchini pittore


(di Krysia Binek e Vito Robbiani)

Cesare Lucchini si definisce un operaio della pittura, ogni mattina presto si reca nel suo atelier, si cambia e inizia il suo lavoro. 50 anni fa terminò gli studi presso l´Accademia delle Belle Arti di Brera e da allora non ha mai smesso di dipingere. Le sue opere ci parlano di "quello che resta" dopo lo scempio compiuto da uomini su altri uomini, ma queste visioni sono nascoste da una ricerca estetica e da un "filtro di luce" che ricordano più il paradiso che l´inferno di Soweto, dei bambini soldato, delle maree nere, delle guerre e degli sbarchi dei migranti. 75 anni appena compiuti e una grande mostra in cantiere: una retrospettiva al Kunstmuseum di Berna.

Le scelte di Mario
Mario Matasci collezionista


(di Krysia Binek e Vito Robbiani)


http://www.cooperazione.ch/Mario+Matasci_+_Collezionista+per+caso_

Mario Matasci: «Collezionista per caso»

Mario Matasci non s’interessa all’arte per speculazione e non acquista un quadro per rivenderlo. L’enologo di successo, gallerista per caso dal 1969, trasforma presto l’episodio in passione. «Ho sempre seguito il richiamo verso un artista o un’opera anche se ho conosciuto pochi artisti, in quanto non ne sento la necessità». Solo la forza del messaggio dell’opera lo motiva. Qualcuno potrebbe, e sono in tanti a dirlo, trovare lugubre, triste, drammatiche le opere esposte ma lui si difende. «L’arte riflette la nostra epoca; purtroppo il male esiste, fa parte del mondo nel quale viviamo e solo affrontandolo possiamo tentare di migliorarlo». La collezione riflette i gusti e la filosofia dell’uomo che, nel corso degli anni, si è circondato esclusivamente di opere con le quali si sente di dialogare.
«L’arte riflette la nostra epoca»
 

Ottobre 2015

Trasferta a Milano organizzata per mercoledì 7 ottobre 2015

Dettagli organizzativi

Partenza alle 10:45 da Lugano Besso (dietro la stazione, posteggi laterali accanto al binario 4) con pulmino Josy Tours.

Tappa a Mendrisio stazione (11:05) per prendere due persone, Viaggio sino al Museo delle Scienze e Tecnologie (via  San Vittore, 21, posteggio via Olona 6).

Rientro come definito a partire dalle 20 a Milano, di nuovo tappa a Mendrisio e poi sino a Lugano.


 26 aprile 2015

Segnaliamo la pubblicazione della nostra socia Rosmarie Macri


Aprile 2015
"Carissime amiche,
[...] trovo le conferenze di Anastasia [Gilardi] molto interessanti, ben preparate e calibrate perfettamente per contenuto e durata.
Auguro a tutte coloro che saranno presenti una splendida serata e faccio i complimenti ad Anastasia che spero poter seguire in un'altra occasione.
Tanti cari saluti
Margaret"
 

Ottobre-novembre 2014
Per il Forum dell'8 novembre, in particolare per il pomeriggio a partire dalle 14.00, abbiamo bisogno della vostra collaborazione per animare lo Stand BPW Club Ticino!
Se desiderate partecipare, annunciatevi al più presto all'indirizzo info@bpw-ticino.ch
 
Ottobre 2014
Contatteremo a brevissimo tutte le amiche che durante l'anno hanno presentato la propria candidatura per entrare nel Club, in modo da preparare la loro presentazione alla prossima Assemblea.
Le interessate sono caldamente invitate a comunicare la disponibilità per un appuntamento all'indirizzo info@bpw-ticino.ch 
 

Giugno 2014
La socia Carla Honegger (detta Pucci) ringrazia tutte le amiche socie del BPW che le sono state vicine nel momento del commiato da suo marito Antonio.